LOADING

Type to search

Share

Bernini², new residential complex in Turin

The new Bernini² complex develops an innovative idea of ​​residential architecture

A stone’s throw from the Roman centre of Turin, between Corso Tassoni and the square of the same name, the new Bernini² complex develops an innovative idea of ​​residential architecture created by the collaboration of Co.Ge.Fa., Mediapolis Engineering and + Studio Architetti in a ‘ sought after area and served by a lively commercial activity and a dense public transport network. It is a new and modern complex of 28 high-quality apartments which are organized into two distinct but strongly interconnected elements: the Villa and the nine above-ground floors of the Tower, which, reworking the residential suggestions from the history of the neighbourhood in a contemporary key, slender elevation on Corso Tassoni with studied and always different fronts that go beyond the usual hierarchy between main and service elevations. Introduced by an unexpected and monumental “telescope effect” atrium, 10 m high and by the transparencies that from the street suggest the presence of a renewed internal garden, the Tower is crowned by the double-height in which the last two floors are enclosed. It speaks a new, dynamic and coherent language, made up of open fronts, drains that capture the light by enhancing the cedarwood, jumps of stairs and connections in which the score of the facades is interrupted by slight misalignments, dimensional variations, setbacks or advances that the first impact becomes the catalytic motif of the entire project. The skilful play between full and empty spaces is also marked by the alternation of materials, textures and colours, which contributes to giving the different housing units a character of individuality, emphasizing a sense of belonging to the whole and creating a dialogue between the different parts of the ‘building. Bernini² is the result of long reasoning that has brilliantly solved the problems of a corner lot transforming them into the peculiar characteristics of an architecture that has managed to establish a constructive dialogue with the past, mediating between intervention scales and typologies buildings that are very different from each other and finding a balanced solution between the complete loss of a precious pre-existence and its inclusion in the new. A bridge between past and future, the key element is the base, which accompanies the leap in scale in the progressive perception of the complex and then plastically thin out in the compositional dynamism of the Tower. The Bernini² complex is not only an innovative residential project that respects a reworked genius loci, but also an immediately successful real estate operation. Responding effectively to the indications of careful market analysis, he proposed a strategy based on high quality and variety of solutions at competitive prices that have managed to create at least two types of homes and meet the needs of diversified users. In a context in which the new complex becomes an important element of urban mending and reconnection, the Villa confirms the small scale and the character of an “urban villa”. The tower offers modern two, three and four-room apartments, attentive to details and materials with open views and deep terraces and, on the upper floors, panoramic penthouses that take full advantage of the possibilities offered by building in height.

“Bernini². La villa e la Torre. Non uguali, uniche.”

Project Gallery

Project Location Address

Suppliers & Materials

Fra i principali materiali utilizzati, il rivestimento in ceramica di grande formato è quello che caratterizza maggiormente la facciata. E’ stato utilizzato il gres di Ceramiche Keope per il rivestimento della parete ventilata dove si alternano le due tonalità dei prodotti Code ed Edge. Inoltre è stato utilizzato il gres di Ceramica Keope  nei balconi e nei camminamenti esterni dove il sistema di pavimenti K2 propone un effetto pietra naturale dalla grafica dinamica.
Gli sfondati dei balconi lato strada sono caratterizzati da un rivestimento in legno di cedro naturale.
Anche negli spazi comuni della Torre si ritrovano le superfici complanari in boiserie e listelli di legno, lastre di grès di Kronos Ceramiche e intonaco e l’attenzione ai dettagli che arriva a definire il disegno dei giunti e la sezione degli scuretti.

Suppliers & Materials Gallery

Testimonials

Testimonial

La ceramica e il progetto

LA CERAMICA E IL PROGETTO: Il concorso di architettura dell’industria ceramica italiana

Testimonials Feedback:
PROGETTO VINCITORE del concorso “La ceramica e il progetto” 2018, Categoria Residenziale, con la seguente motivazione:
Il progetto dialoga tra passato e futuro, intervenendo su una realtà architettonica preesistente, realizzando un nuovo edificio all’interno di un contesto urbano della Torino degli anni ’50. In questo intervento, la ceramica italiana costituisce un vero e proprio simbolo del costruire secondo i valori della nostra identità.
La ceramica, nel progetto, è firmata Ceramiche Keope ed appare in facciata con il rivestimento della parete ventilata dove si alternano le due tonalità dei prodotti Code ed Edge, e nei balconi e nei camminamenti esterni dove il sistema di pavimenti K2 propone un effetto pietra naturale dalla grafica dinamica.
La giuria, composta da Mario Cucinella, Fulvio Irace, Aldo Colonetti e Confindustria Ceramica ha valutato i 78 progetti pervenuti sulla base di criteri di creatività, funzionalità e gusto estetico della realizzazione, prendendo in considerazione la progettazione, l’impiego delle piastrelle di ceramica, la qualità della posa e le caratteristiche di sostenibilità ambientale del materiale.

Testimonial

Open House Torino

Open House Torino è un evento pensato per permettere di visitare residenzepalazzi,luoghi abitualmente non accessibili e scoprire così la ricchezza dell’architettura e del paesaggio urbano.

Testimonials Feedback:
OPEN HOUSE Torino, edizione 2018:
Bernini2 per il numero civico, ma anche perché formata da due edifici: la Torre e la Villa.
La Torre si eleva sulla piazza con le sue geometrie dinamiche: nove piani di simmetrie e irregolarità, tutti diversi fra loro, incorniciati da originali superfici in legno – simbolo del progetto.
La Villa porta avanti la stessa ricerca visiva nel trasformare un edificio già esistente, trovando altre soluzioni abitative inaspettate.
A unire le due, il basamento comune nasconde la sorpresa di un monumentale atrio “a effetto cannocchiale”, alto 10 metri, che suggerisce già dalla strada il rinnovato giardino interno.

Architect/Studio
Key Partners/Associate
  • Filippo Orlando [+Studio]
  • Cinzia Curitti [+Studio]
  • Irene Corsi
  • Sonia Szymanska
  • Mediapolis Engineering
  • Lineeverdi

Architect

Tags:
+Studio Architetti coniuga progetti contraddistinti da una produzione esclusiva e concept che indagano soluzioni spaziali e abitative alla continua ricerca del nuovo. Lo studio inizia l’attività nel 2002 affrontando i temi dell’involucro architettonico, dei luoghi del vivere e lavorare contemporaneo coniugando esperienze e professionalità maturate in scale e settori diversi e diventando partner progettuali di aziende quali Exor Investments, Giulio Einaudi Editore, Mondadori s.p.a., Fiat Chrysler Automobiles, Iveco, Juventus, Pininfarina Extra. Il risultato è un portfolio caleidoscopico: oggi +Studio lavora alla progettazione e realizzazione di housing di qualità, abitazioni private, showroom, ristoranti e club, uffici e spazi per il lavoro ed il retail, in Italia e all’estero, e avvalendosi della collaborazione di architetti e grafici, oltre che del contributo di giovani artisti e industrial designer. Filippo Orlando, nato nel 1962 a Torino, è il fondatore di +Studio Architetti e si occupa di progettazione, di Corporate Image e di strategie di comunicazione legate alla qualità e all’eccellenza del prodotto architettonico e finalizzate alle esigenze di rappresentatività del cliente.
X